Russia 2018 e i social – WhyBlog speciale Mondiali

News, Social Network 0 22

FIFA Mondiali Russia 2018Tematica molto calda in questi mesi è quella dei Mondiali di calcio 2018, evento sportivo che nel 2014 è stato seguito da 3,2 miliardi di persone. In quell’anno solamente in Argentina ed in Germania 80 milioni di persone hanno parlato del grande evento sui social. Da questo nasce una domanda: come interagirà quest’anno il mondiale con i social?

 

È risaputo che i Social Network influenzano ogni giorno la nostra vita ed i Mondiali non fanno eccezione: a causa dell’esclusione dell’Italia, evento che non accadeva da sessant’anni, si è visto un boom di post da parte degli italiani esprimenti delusione, scherno verso la Nazionale ed il suo allenatore ma anche semplice ironia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ovviamente non solo da noi i Mondiali fanno parlare di sé sui social, non mancano infatti i post da tutte le parti del mondo, in questi casi principalmente di supporto verso la propria  Nazionale o verso la propria squadra del cuore. Solo su Instagram sono già presenti più di cinque milioni di post con l’hashtag “worldcup”.

 

 

 

 

Non si deve però pensare che questo incoraggiamento sia solo digitale: basti pensare al tifo caloroso dei Tòlfan, i tifosi dell’Islanda famosi per il loro “applauso vichingo” e per lo spirito di non violenza con cui vanno a tifare per i loro giocatori o alle centinaia di migliaia di persone volate in Russia dalle più svariate nazioni. I tifosi islandesi comunque rimangono i migliori in assoluto per quanta riguarda l’affetto verso la propria squadra, basti pensare ai record che hanno segnato: in 30.000 sono arrivati in Russia, niente di speciale, se non si pensasse al fatto che la piccola Nazione conta circa 340.000 abitanti, quindi quasi il 10% del paese si è momentaneamente trasferito per la manifestazione. Inoltre, altro dato pazzesco, la partita di debutto contro l’Argentina ha segnato uno share del 99,6% in Islanda, dato che ha davvero dell’incredibile, e che è sicuramente un record.

 

 

 

 

 

 

Ma l’aspetto più interessante è come la FIFA stessa, organizzatrice del torneo, interagisca sui social molto di più rispetto ai Mondiali passati: su Youtube infatti, nel proprio canale, vengono caricati, a distanza di poche ore dalla fine degli incontri, i video degli highlites delle partite mentre su Google, appena viene eseguita una ricerca inerente (ad esempio “mondiali”, “mondiali 2018” o “russia 2018”) escono immediatamente e al primo posto nel motore di ricerca i risultati degli incontri più recenti, con tanto di link al video delle azioni salienti, e i prossimi match in programma per la giornata.

L’articolo Russia 2018 e i social – WhyBlog speciale Mondiali sembra essere il primo su WHYBLOG.

Related Posts

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime Comunicazioni

Categorie

Previsioni Meteo


Meteo Udine