Friuli Venezia Giulia: terra di vini… e di blogger!

News, Social Network 1 7

Nato come diario online, in cui ignari protagonisti della rete avevano per la prima volta la possibilità di condividere i loro pensieri, le loro esperienze e le loro opinioni con persone provenienti da tutto il mondo, il blog è presto diventato per molti un vero e proprio strumento di lavoro. Quello del blogger infatti è diventato un mestiere a tutti gli effetti, basti pensare a Chiara Ferragni, una delle fashion blogger più influenti a livello mondiale, la quale proprio grazie al suo The Blonde Salad ha avuto la possibilità di collaborare con le più importanti case di moda internazionali, da Chanel a Louis Vuitton, e di viaggiare in tutto il mondo. Non da ultimo, la Ferragni ha da poco dato vita anche alla sua personale linea di scarpe. Vi sono poi altri blogger italiani di successo, come Chiara Maci di Sorelle in Pentola, che grazie al suo blog culinario non solo ha pubblicato diversi libri di ricette, ma è diventata anche giurata nella trasmissione televisiva Cuochi & Fiamme, o Chiara Cecilia Santamaria che grazie al suo “Ma che davvero?”, creato un po’ per gioco quando ha scoperto di essere rimasta incinta, è riuscita a collaborare con diverse testate giornalistiche e si è trasformata da ragazza spaventata dal test di gravidanza positivo in una influencer sul tema baby&co.

Una delle caratteristiche principali del web 2.0 è stata indubbiamente la democratizzazione della rete, tutti hanno avuto infatti la possibilità di diventarne contributor e non più solo meri lettori. Prima dell’arrivo del social network la forma di espressione scelta dalla maggior parte delle persone è stato il blog, uno spazio dove essere i protagonisti assoluti. Tutti si sono improvvisati scrittori, tutti almeno una volta hanno aperto un blog, che fosse di cucina o un semplice spazio dove raccogliere i propri sfoghi, tutti hanno cliccato il pulsante crea con entusiasmo, fiduciosi di poter avere per la prima volta un pubblico con cui condividere le proprie giornate.

Con il proliferare della web advertising e grazie ad una sempre maggiore attenzione da parte delle aziende nei confronti dei blog, molti blogger sono diventati famosi, hanno firmato accordi e sottoscritto collaborazioni, scritto libri e viaggiato per il mondo.

Un blog è quindi indubbiamente un trampolino di lancio per molti, ma non è uno strumento adatto a tutti. Una persona che decide di aprire un blog deve farlo innanzitutto per passione: non ha senso scrivere di qualcosa a cui non si è interessati e ha ancora minor senso scrivere di qualcosa solo nella speranza di farsi notare, nella speranza di fare soldi e diventare famoso.

Con una rete ormai sovraffollata vi è la necessità, per chi si appresta ad aprire un blog, di trovare un’idea innovativa, un’idea diversa da quelle già disponibili: è inutile aprire un altro anonimo fashion blog in cui  mostrare i propri outfit, uguale per contenuti e grafica agli altri mille in circolazione. Perché come si suol dire, uno su mille ce la fa.

Prima di aprire un blog accertatevi quindi di essere in possesso dei seguenti requisiti: un’idea innovativa, una propensione per la scrittura e una buona dose di modestia e spirito d’intraprendenza, il tutto accompagnato da costanza e passione. Dotati di questi ingredienti, si può pensare di diventare delle eccellenze della rete ed aspirare a collaborazioni e nuovi opportunità lavorative. Inutile dire infatti che attraverso un blog si possono avere delle entrate, sia attraverso Google AdSense sia attraverso la vendita di spazi pubblicitari all’interno del proprio sito, ma non pensate di diventare milionari. I soldi, quelli veri, arrivano con le collaborazioni con le aziende.

Noi, che di blog ce ne intendiamo, abbiamo pensato di offrirvene una selezione a chilometro zero, ovvero made in FVG. Il Friuli infatti non è solo terra di vini e di vacanze al mare, esso è anche in grado di fornire dei blog degni di questo nome, capaci di attirare quotidianamente migliaia di visitatori. Troviamo infatti blog dedicati allo sport come Goal Twins e El sito de Sandro, al mondo del make up con My Make-up Review, alla tecnologia dove si afferma The Techno Department, ma anche alla moda e alla cucina con Ricette Barbare, Manner Magazine, It’s a wine world, Ma che ti sei mangiato? e Gourmode.

Per finire non possiamo non citare la risposta maschile al fenomeno della mamme in rete, il daddy blog di Davide Nonino, Quante storie papà.

Questi sono ovviamente sono alcuni esempi, se conoscete altri blog dagli autori friulani, o se lo siete voi stessi, non esitate a farcelo sapere!

Related Posts

1 Comment

  1. Alessandra Colaci 19 febbraio 2015 at 17:24 -  Rispondi

    Ciao, vi segnalo anche il mio blog da annoverare tra i blog di food e travel del Friuli Venezia Giulia! Grazie :)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ultime Comunicazioni

Newsletter FriuliShop

Resta informato sulle News del web in Friuli, iscriviti alla nostra Newsletter!

Previsioni Meteo


Meteo Udine