Facebook Libra: occhio alle truffe in rete

News, Social Network, Web 0 6

Facebook libra: occhio alle truffe

Già protagonista di accesi dibattiti, Facebook Libra richiama nuovamente l’attenzione dei media a causa dei recenti episodi di truffa segnalati in rete.

A poco più di un mese di distanza dal lancio della nuova criptovaluta di Facebook, arrivano già le prime segnalazioni di comportamenti illeciti sulla rete per promuovere l’acquisto di Facebook Libra.

Come annunciato da Zuckerberg, amministratore delegato di Facebook, la nuova criptovaluta non sarà disponibile prima dei primi mesi del 2020, eppure sul web sono già state avvistate – e prontamente segnalate – svariate pagine e siti-truffa per lo scambio di criptovalute.

Le prime segnalazioni arrivano dal Washington Post, che in un articolo ha riportato la notizia della diffusione di annunci pubblicitari su Facebook e Instagram per la vendita di Facebook Libra.

Le pubblicità fanno capo a delle pagine Facebook che propongono l’acquisto della criptovaluta a prezzi stracciati, talmente convenienti da destare più di un sospetto.

Oltre alle inserzioni pubblicitarie, la rete ha visto la comparsa di nuovi portali, all’apparenza ufficiali e affidabili, che propongono lo scambio di Facebook Libra con altre monete virtuali, come Bitcoin o Ethereum.

Tra i siti segnalati ci sono, ad esempio, buylibracoins.com, librareserve.io e calìbra.com, che riprende il nome del sito ufficiale calibra.com, unico vero portale accreditato da Facebook per gestire la nuova criptovaluta.

Dubbi e perplessità tra gli utenti

Certamente, risaltano all’occhio alcuni paradossi della vicenda: innanzitutto appare singolare che la messa in vendita illecita di Facebook Libra abbia preso il via ancor prima dell’introduzione della criptovaluta sul mercato; in secondo luogo, risulta assai bizzarro che proprio Facebook, socio di punta del consorzio che gestirà la nuova moneta virtuale, sia lo strumento scelto dai soggetti truffaldini per diffondere pubblicità fraudolente che coinvolgono la criptovaluta.

Non sorprende, dunque, che in questo scenario si stiano diffondendo scetticismi e preoccupazioni attorno alla Libra di Facebook.

Dal canto suo, Facebook assicura di aver rimosso le inserzioni illecite segnalate sulla piattaforma e di voler agire in tal senso per arginare il più possibile il problema.

L’articolo Facebook Libra: occhio alle truffe in rete sembra essere il primo su WHYBLOG.

Related Posts

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime Comunicazioni

Categorie

Archivi

Previsioni Meteo