Come scegliere gli hashtag sui social network

News, Social Network, Tutorial, Web 0 1

Come scegliere gli hashtag sui social network

Ormai li conosciamo tutti e, chi più, chi meno, siamo abituati ad utilizzarli per comunicare sui social…ma siamo sicuri di saperne fare un uso corretto?

Ecco, quindi, una rapida guida su come scegliere gli hashtag sui social network.

Per chi ancora non li conoscesse, gli hashtag sono uno strumento molto popolare sui social, che serve a catalogare i propri contenuti e a far in modo che appaiano nelle ricerche degli altri utenti.

Per creare un hashtag è necessario ricorrere al tasto cancelletto “#” e, successivamente, digitare la parola relativa all’argomento del nostro contenuto da archiviare. Ad esempio, se postiamo una foto mentre mangiamo la pizza, l’hashtag di riferimento che potremmo utilizzare è: #pizza. L’uso del condizionale non è casuale e presto scoprirete perché.

Di seguito, i nostri consigli su come scegliere gli hashtag sui social network:

 

1. Utilizza hashtag pertinenti

Le bugie hanno le gambe corte anche sui social, quindi è sempre meglio non mentire e non inventare. Se, ad esempio, volete condividere una foto delle vacanze al mare, attenetevi sempre all’argomento “mare/vacanze” e utilizzate solo hashtag pertinenti alla vostra foto.

Inserire hashtag non attinenti alla vostra immagine sarebbe, infatti, controproducente e fuorviante per il vostro pubblico.

 

2. Prediligi hashtag specifici

Gli hashtag generici sono, spesso, molto popolari e per questo moltissimi utenti ne fanno un gran uso. Tuttavia, questa strategia non porta ad alcun risultato e, anzi, rende la vostra comunicazione inefficace.

Ritorniamo all’esempio della foto mentre mangiamo la pizza: è vero che #pizza costituisce sicuramente un hashtag pertinente, tuttavia, vi siete mai chiesti quanti altri utenti sulla rete postano foto della pizza con quello stesso hashtag? Solo su Instagram sono più di 40 milioni…

La probabilità che il vostro contenuto venga visualizzato nei feed di ricerca è, dunque, molto bassa. (Ecco spiegato il perché del condizionale!)

Per questa ragione, è preferibile optare per hashtag specifici, che raccolgano un numero di contenuti più ristretto e che possano, quindi, raggiungere più facilmente gli altri utenti.

Nel caso in esempio, scegliendo l’hashtag #pizzalovers, la competizione si riduce a poco più di 1 milione di post, un numero ancora elevato, ma considerevolmente inferiore rispetto al precedente.

Meglio, quindi, bandire tutte le applicazioni per la creazione automatica di hashtag generici e dire addio una volta per tutte ai vari #instamood, #instacool, #picoftheday e compagnia bella.

 

3. Scegli hashtag brevi e comprensibili

Come abbiamo detto, gli hashtag consentono di trovare i nostri contenuti nelle ricerche e di aumentare le visualizzazioni del nostro account. Per farci trovare, però, è bene essere chiari e concisi.

Se, ad esempio, volete promuovere i vostri contenuti con uno slogan, scegliete parole semplici e facili da ricordare.

Fate attenzione allo spelling e, se necessario, ricorrete alle maiuscole per facilitare la lettura.

 

4. Non esagerare

Come in tutte le cose, anche per gli hashtag vale la regola de “il troppo stroppia”. Meglio, quindi, non esagerare e utilizzare due o tre hashtag al massimo per post.

 

5. Fai ricorso agli hashtag ufficiali

Capita spesso, specialmente nel corso di grandi eventi, che le pagine accreditate per promuovere il progetto lancino uno o più hashtag ufficiali.

In questo modo gli utenti possono cercare i contenuti relativi all’evento semplicemente digitando l’hashtag ufficiale di riferimento.

Se, dunque, ci troviamo a una manifestazione e vogliamo condividere un momento della giornata sui social, possiamo utilizzare l’hashtag istituzionale dell’evento per rendere visibile il nostro contenuto a tutti gli utenti interessati alla manifestazione.

 

6. Proponi hashtag dedicati

Un po’ come per gli hashtag ufficiali, gli hashtag dedicati servono a raccogliere i contenuti che interessano una particolare iniziativa.

Un esempio? Se hai una libreria o una pagina di libri e vuoi promuovere un gruppo di lettura online, potresti creare un hashtag dedicato al tuo gruppo per raccogliere tutti i partecipanti e promuovere il tuo progetto.

L’articolo Come scegliere gli hashtag sui social network sembra essere il primo su WHYBLOG.

Related Posts

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime Comunicazioni

Categorie

Archivi

Previsioni Meteo